lunedì 28 giugno 2010

PREGHIERA DEL CANE RANDAGIO


Mi sono commossa e qualche lacrima ha rigato il mio viso leggendo questa bellissima preghiera dedicata ai randagi  .
Quanta dolcezza e quanta verità cè dietro a queste parole....

PREGHIERA DI UN CANE RANDAGIO

Con passo vacillante e con il corpo stremato
giungo alla fine dei miei giorni.
Forse stasera morirò
e da sotto questa quercia
con l'ultimo respiro,  che mi resta in gola,
vorrei ringraziare il Signore

per il pane che mi ha fatto trovare nella spazzatura,
per l'acqua che ha fatto scendere dal cielo per dissetarmi,
per i sacrati delle chiese dove ho potuto ripararmi.
Sì, Signore,
io sono uno di quelli
uno fra i tanti che non sa cos'e' il calore di una cuccia,

il sapore di un osso,
la carezza di un padrone.
Conosco solo
il dolore dei calci sul dorso,
le sassate sulla fronte,
le gomme di quella macchina   
che mi hanno spinto nel burrone.
Ricordo, poi quella mano, grande, pesante,
che ancora cucciolo mi ha abbandonato nella strada,dove  vissi tutto il mio calvario.
Ho attraversato monti, boschi e paesi
nessuno mai mi ha tenuto con se',
nessuno, mai, mi ha dato un nome.

Dalla nascita ho sempre portato il tuo
                   "Cane".
 

Signore,
tante sono le cose che vorrei dirti;
ma...il cuore ha rallentato il suo battito e il respiro si affievola sempre più.
Perdonami! E ti supplico: fa' che la mano dell'uomo non abbandoni più
un cucciolo nella strada.
E' triste vivere da vagabondi, e' penoso essere soli, ed essere soprattutto semplicemente solo un cane.
Abbracciami almeno tu in quest'attimo.
 

Perche'?

Perche' anch'io ti appartengo!               







Anna Mazziotti (veterinaio)

2 commenti:

  1. Cara Sabry...hai detto tutto tu...sono commossa quanto te in questo momento *.* Credo non ci siano parole da aggiungere,o probabilmente ci sarebbero,ma non riesco a trovarle ora.
    Grazie amica mia,è un articolo splendido.Sei nel mio cuoricino<3

    RispondiElimina
  2. un dolce abbraccio a te shiri cara

    RispondiElimina